Campi estivi

Manifesto ACR 2017-18 Pronti a scattare

ACR – PRONTI A SCATTARE!

La Festa del Ciao diocesana in Collegiata

Domenica 22 ottobre la nostra parrocchia, nonostante temporali e temperature tutt’altro che miti, ha ospitato  la famosa festa del Ciao che è da sempre l’occasione per incontrarsi con tutti i ragazzi dell’Azione Cattolica della diocesi “Velletri-Segni” ed iniziare insieme il cammino annuale. Le attività erano state programmate tra le vie del centro storico festa del ciao 2017ma purtroppo a causa del tempo sono state svolte all’interno di palestre e sale parrocchiali. I 400 ragazzi presenti non hanno comunque perso l’entusiasmo e la grinta e, insieme  ai loro educatori, e si sono destreggiati in giochi e riflessioni, tutti con una tematica come sfondo, che è proprio la linea guida di quest’anno: la fotografia e l’essere pronti a scattare!

La fes...

... continua a leggere

Campo Famiglie giorno 4

Il bacio

dal Cantico dei Cantici 1-2,6

Questi versi del Cantico introducono bene l’argomento celebrato da sempre da tutti i popoli e da tutte le culture.Quale è il significato del bacio? Quale la sua tipicità d’espressione? Quali rapporti affettivi esprime?
la
La risposta non è una sola ed ognuno dentro di se può dare la sua. È innegabile che la prima esperienza del bacio ha le sue radici nella primissima infanzia: la bocca che ristabilisce con la madre il legame spezzato al momento della nascita diventa paradigma di tutta l’esperienza che facciamo del bacio stesso nella nostra vita.
Nel Cantico è il ritmo che da vita e senso allo schiocco del bacio.
La donna, in questi versi, nonostante non si senta bella (le brune e scure di carnagione non erano sinonimo di bellezza), anche nella c...
... continua a leggere

Campo Famiglie giorno 2 e 3

Lo Sguardo dell’Amore

Giorno 2

… sul trenino per le cascatelle della Camosciara

Immersi nella bellezza della natura della Camosciara le famiglie hanno avuto modo di meditare alcuni versi del Cantico dei Cantici (4,1-11;5,10-16).
Versi che riguardano lo sguardo che l’amato ha per la sua amata e viceversa.
Nella riflessione comunitaria si è posto l’accento sulla soggettività dello sguardo.
Lo sguardo che ognuno di noi pensa di conoscere meglio è il proprio. Ma non è così, il nostro volto è quello che vediamo meno durante la giornata ed in effetti per vedere il nostro volto è necessario ricorrere ad un elemento esterno: uno specchio. Questo ci porta a comprendere quanto sia importante questo tramite...

... continua a leggere